Blog RSS feed for this section

9 Dic 2019

Ada ha sempre ragione

“Ada ne converrai che preparare una cena con i piatti che ancora mi mancano è abbastanza complesso: carne a volontà, interiora, ingredienti introvabili, ricette criptiche e pesce che abbiamo convenuto essere il tuo tallone d’Achille.”
“Tesoro caro non è stata un’idea mia quella di rifare tutte le ricette del Talismano della felicità. Arrangiati.”
“Detesto darti ragione, ma hai ragione. E per altro hai quasi sempre ragione.”
“E allora vai, scegli tra le ricette che ancora ti mancano e datti una mossa: voglio tornare a casa mia a Roma a fare la tranquilla vita di sempre.”

Anche le amiche immaginarie alcune volte si innervosiscono e Ada anche in questo caso ha ragione: le avevo detto che ci avrei messo un anno e ne sono passati nove.
Non fosse che è un’amica immaginaria si tratterebbe di sequestro di persona.

Eccoci a tavola. B e E, M e N, N e A, W ed io.
B ed E hanno già assaggiato le ricette di Ada, N sì e M no, A e N nì: solo A e mai qui.
A e B sono grandi appassionati di Interiora e frattaglie.
M è inglese, la sua opinione è fondamentale per una delle ricette di questa sera.
N è vegetariana e per fortuna i contorni non mancano.
E, N, N e A sono fotografi, ma anche questa sera le foto dei piatti sono casuali mentre le chiacchiere si moltiplicano e le bottiglie si stappano fino a restarne senza. Che felicità!

Con oggi terminano le ricette a base di animelle e rognoni. Sono molto contenta di aver approfondito entrambi, ma sentirò solo accidentalmente la loro mancanza.

(altro…)

5 Dic 2019

129 RICETTE – 1

I blog non vanno più di moda e a me mancano ancora 129 ricette.
Mi sono arenata, bloccata, spiaggiata, fermata, insabbiata, incagliata.
È ora di ripartire e poiché non so bene da che parte iniziare ricomincio da qua, dal baccalà che in realtà è uno stoccafisso e non uno stoccafisso qualunque, ma il re degli stoccafissi: lo Stoccafisso mantecato alla veneziana, uno dei piatti attorno al quale si è sviluppato e ha preso vita il mio palato. Lo Stoccafisso mantecato alla veneziana è una delle ricette apotropaiche per eccellenza del Talismano della felicità, una ricetta dell’Età antica che Ada rende magica come solo lei sa fare: non una grammatura, nessuna tempistica, alcuna indicazione circa il calore, tanta attenzione e poco alla volta.
Lo Stoccafisso mantecato alla veneziana, una di quelle ricette che ho tenuto da parte come fosse una latta di spinaci di Braccio di ferro e che mi fa riassaporare ricordi, visi, voci e luoghi ad ogni forchettata, la ricetta apotropaica perfetta da cui ripartire per digerire. 129 ricette/129 ricette – 1

 

(altro…)

20 Mag 2019

Cene, arretrati e altre amenità

Mancano pochi giorni al mio quarantesimo compleanno e all’ottavo genetliaco di pentolapvessione e come sempre gli arretrati si accumulano, le ricette si moltiplicano, i brindisi tintinnano, gli stomachi si farciscono e Ada borbotta in cucina che non cucino abbastanza. Tutto cambia per non cambiare mai.
Venerdì 29 marzo ricordo che eravamo in 8: L e S, M, L e A, C, W ed io, e a vegliare su di noi, sulla nostra incolumità e sulle opinioni contrastanti lui, Frangelico, il frate più buono che ci sia.

il frate più buono che ci sia

Frangelico è un liquore piemontese alle nocciole che in Piemonte nessuno conosce, ma va assai forte un po’ ovunque nel mondo dal Sud America all’Australia.
Frangelico è un piacione.
Frangelico causa dipendenza nella casalinga quanto il porto o il marsala o il vin santo o il rosolio.
Frangelico è la tentazione fatta a bottiglia.

(altro…)

2 Mag 2019

Famiglia, amici, cibo ed endorfine

Uno studio condotto dalla Oxford Economics ha dimostrato che condividere un pasto con gli amici o con la propria famiglia stimola la produzione di endorfine nel cervello con conseguenti effetti positivi sul sistema nervoso.

Famiglia, amici, cibo, endorfine. Sono molto felice che lo dimostri anche uno studio, ma io e Ada a pancia lo avevamo già intuito da tempo e infatti eccoci qui.
Questa sera siamo in 7: C, GD, S, G e A, W ed io. C è un’amica ritrovata, GD è un amico di C e un nuovo amico mio, S è un amico di Milano, G è la vicina del piano di sotto che si sta per trasferire che è già venuta una vita fa e oggi sale con A che è il sosia di Gesù, W è la mia famiglia.
Piano piano i piatti arrivano in tavola, le chiacchiere si moltiplicano, le sorprese non mancano, le risate non tardano a manifestarsi, le endorfine si sprigionano dal cervello invadendo tutta la stanza e giuro vostro onore che i brindisi ora dopo ora sono sempre più felici e divertiti. Ha sempre qualcosa di magico vedere stomachi che fino a pochi momenti prima non si conoscevano mangiare e ridere all’unisono.
Ormai è impossibile proporre un menù tradizionale e le portate si susseguono a caso, dalle animelle al piccione che non è un piccione passando dal castrato in forno e dall’arrosto allo spiede, ma questo forse ci diverte ancora di più. Soprattutto il piccione.
Famiglia, amici, cibo ed endorfine: ecco servito il segreto della felicità.

(altro…)

23 Apr 2019

Buona resurrezione!

Costolette di castrato in gratella

“Per questa preparazione è necessario che le costolette siano piuttosto spesse e sgrassate.
Ponetele in un piatto, spremeteci sopra il succo di un limone e conditele con sale, pepe, olio, un po’ di cipolla trita e del prezzemolo anche trito.
Lasciatele stare così per un paio d’ore, liberatele dalle erbe e ponetele sulla gratella con fuoco ben acceso.
Quando saranno colorite da una parte voltatele dall’altra. Moderate allora l’intensità del fuoco e lasciate che la cottura si compia più dolcemente ungendo di quando in quando le costolette.”

Le costolette che fanno proprio all’occorrenza giuste giuste di grasso e spessore sono in frigo. Tutto ciò che occorre per il trito è in dispensa, G e D lo preparano in mattinata e mettono a macerare le costolette. Verso l’ora di pranzo W le griglia.
Credo sia il primo piatto del Talismano in cui non faccio nulla tranne assaggiare felice la ricetta di Ada.
Non ho comprato le costolette, non ho preparato la marinata, non ho cotto le costolette.
Che sia l’inizio della resurrezione?
Buona Pasqua!

(altro…)