La felicità è roba pesante

16 Apr 2015

vignetta-felicitaEd ecco impanato, pronto e servito il piatto leggero di oggi. In realtà senza accorgermene lo avevo già fritto per noi in sostituzione a delle costolette di maiale, ma l’avevo mangiato e digerito senza consapevolezza per cui non vale, s’ha da rifare: barare con me stessa non mi sembra cosa utile, la felicità non fa sconti e se sei alla sua ricerca la strada è lunga, impervia. E soprattutto unta, bisogna fare molta attenzione a non scivolare.

Per 2 persone

Costolette di agnello fritte

16-04-2015

Costolette di agnello 8
formaggio grattugiato
besciamella
farina
pane grattugiato
prosciutto cotto 4 fette
uova 2
noce moscata
pepe
sale
olio per friggere

Morale delle Costolette di agnello fritte: prima si cuociono, poi di ricoprono di besciamella, si impanano all’inglese e si friggono in abbondante olio bollente, che il segreto della frittura è che l’olio sia tanto e ben caldo. Volendo si può ricoprire la besciamella con una fetta di prosciutto cotto, o di lingua, o di mortadella prima dell’impanatura. Poiché temo che l’abolizione della fetta di insaccato renda troppo light la ricetta, e la felicità potrebbe nascondersi anche dietro le calorie, con la besciamella che avanza preparo delle crocchette che sono sempre un piccolo e gustoso di gioia.Con due spinaci al burro il pranzo è servito.

tags:

Non sono presenti commenti

Lascia un commento

Bisogna essere registrati per inviare un commento