Una si distrae un attimo e tra una settimana sarà Natale

17 Dic 2018

Cene da apparecchiare e cene apparecchiate, aperitivi, futuristiche collaborazioni, tasse da pagare, qualche lavoro ancora da impiattare… Che corsa ad ostacoli questi mesi.
Nel mentre lo ammetto sto trascurando Ada, ma meno di quanto ne scriva che gli arretrati e la felicità come sempre mi inseguono.
Oggi è la volta della Polenta con gli uccellini scappati a casa di C e M.
Quando dobbiamo andare a cena da C e M tra me e Ada si intavola sempre la solita conversazione.
“Sara, cara, chi cucina questa sera?”
“Eddai Ada smettila con questa storia, io sono una fan della cucina sperimentale di M.”
“Ma certo, anche io. Ma chissà se ha tempo. E poi C… ti ricordi quanto le piacque la caponatina? E gli struffoli? E l’ombrina? E il timballo? A lei piace tanto la mia cucina. E portiamoglielo un piattino… E poi tu le dovrai finire queste benedette ricette del Talismano della felicità. Forza, vai.”
Ada è una donna di poche parole, pragmatica, affettuosa a suo modo e dopo tutti questi anni ci capiamo: lei sa che quando non so bene cosa fare l’unica cosa che mi distrae è cucinare e io so che è meglio ascoltarla e che di lei mi posso fidare.
Me la ricordo bene quella giornata.
Ero un po’ triste a causa di un diverbio con un altro amico immaginario, ero alle prese con una grande scoperta formativa e non sapevo bene cosa fare.
Cucinare un piatto del Talismano e condividerlo con C e M, S, W fu un’ottima idea.
Ada aveva ragione come sempre.

Per 5 persone

Polenta con uccellini scappati

Fettine di vitello 12 – 50 g l’una
fegatini 6
lardo 100 g
salvia
polenta dura 6 fette
burro 100 g
sale

Morale della Polenta con uccellini scappati: penultima ricetta del capitolo Polenta. Per rendere il piatto più leggero ho aggiunto 6 belle spanne di salsiccia di Bra per farcire le rolatine.
La felicità è servita.

tags: , , , ,

Non sono presenti commenti

Lascia un commento

Bisogna essere registrati per inviare un commento