Ada alle Hawaii

Ultima ricetta con gli scampi

18 Set 2020

Oggi è la volta dell’ultima ricetta a base di scampi.
Non l’avevo ancora cucinata perché quando la lessi la prima volta pensai: “Ada, sei sicura?” e anche ora che l’ho assaggiata confermo le perplessità iniziali.
Scampi arrosto… il titolo non lascia presagire nulla di insolito, invece leggendo gli ingredienti e la ricetta mi vien da storcere il naso, l’idea di sgusciare gli scampi per arrotolarli in una grassa fetta di prosciutto non mi convince, ma se Ada lo scrive io eseguo.
Assaggiandoli mi vengono in mente l’ananas, le camicie di Magnum P.I., i dobermann di Higgins e le Hawaii.

Pensavo di suggerire questa ricetta alla Sjôra Gina nel caso la Sjôra Alba le facesse l’immancabile visita a sorpresa, ma soprassiedo e la lascio nel suo brodetto.
Parafrasando Foster Wallace ecco a voi una ricetta divertente che non farò mai più.

Per 3 persone

Scampi arrosto

Scampi 12
prosciutto crudo grasso 6 fette
cognac 1 bicchiere
salvia 15 foglie
pane grattugiato
pepe
sale

“Separate i busti degli scampi dalle code, mettete a nudo tutte le code, e lasciatele in una terrinetta, almeno per un’ora, a marinare nel cognac. Preparate delle fettine di prosciutto molto grasso, e avvolgete ogni coda in una fettina.
Prendete un piccolo spiede e infilzate una coda; aggiungete una foglia di salvia, poi un’altra coda e così di seguito.
Esponete lo spiedino a fuoco moderato, facendo girare gli scampi. man mano che il prosciutto incomincerà a struggersi seminateci del pan grattato.
Lasciate girare per pochi minuti e, appena il pane avrà fatto una lieve crosticina dorata, sfilate le code degli scampi dallo spiede, accomodatele in un piatto, spolverizzatele di sale e pepe, e contornatele con spicchi di limone.”

Morale degli Scampi arrosto: li cuocio sulla piastra e non li sfilo dallo spiede perché sono carini così e lascio perdere gli spicchi di limone per spirito sovversivo. Il prosciutto diventa croccante, lo scampo marinato resta morbido ed è una strana combinazione sia di sapori sia di consistenze. Non lo dite ad Ada, non vorrei che si offendesse, ma il risultato finale – almeno il mio – sembra una ricetta mal riuscita di qualche chef di grido.
Ma essendo l’ultima ricetta a base di scampi sono felice ugualmente: è commestibile e tutto è bene qual che finisce (bene).

tags: , , , ,

Non sono presenti commenti

Lascia un commento

Bisogna essere registrati per inviare un commento