Ada in town off – Dalla Russia con amore

19 Gen 2017

dalla_Russia_con_amore

Ada aveva voglia di fare un viaggetto per cui ha indossato il colbacco e con passo deciso si è diretta al Sovietniko. Ada adora Giovanna e impazzisce per la cucina russa che qui e là nel Talismano impiatta: niente interiora per cui questa sera, ma pesce e vodka a volontà e manco a dirlo: che felicità!  Ricetta dopo ricetta e vodka su vodka nel freddo siberiano gli animi si riscaldano, gli amici si incontrano, le conversazioni decollano, i brindisi non mancano. Alla russa, portata dopo portata.
Grazie al Sovietniko per l’ospitalità e grazie nello specifico a G, E, A e A, splendida ed efficientissima brigata di cucina: cucinare con voi è stata una felicità! Grazie alla Pescheria Gallina che ci ha fornito carpe e pesce fresco. tavolata
E soprattutto grazie a tutti voi: grazie a M e grazie a M e M – è stato un vero piacere rincontrarvi -, grazie a Monsu Barachin – una sicurezza -, grazie ai signori DC e alla loro amica – primi palati sconosciuti al 100% -, grazie a R e a F, a E e a A e alla loro amica, grazie a D e a E, grazie a D – tra le vincitrici del premio fedeltà -, grazie a B detta B, grazie a C e a M e grazie a M – vi è andata bene questa volta: pesce e non interiora -, grazie a E e a R, a I e a G – detentori ufficiali del premio fedeltà -, grazie a E e come sempre grazie a W per il supporto infinito. Grazie davvero, grazie a tutti: siete stati meravigliosi e grazie a voi sono stata felice!
Per tutti i palati che non si sono potuti saziare non temete: la rifaremo.
Per tutti gli amanti di interiora e frattaglie ci vediamo martedì 7 febbraio Da Angela per la cena n°3, a breve ne saprete di più.
Buona felicità a tutti!

Per 26 persone

Filetti di aringa alla russa

aringa

Filetti di aringa in salamoia 26
maionese q.b.
prezzemolo q.b.
capperi q.b.
peperoncini piccanti in salamoia 4
mostarda q.b.
fettina di limone

Morale dei Filetti di aringa alla russa: la ricetta è assai semplice, l’importante è che i filetti di aringa siano buoni, grassi e saporiti al punto giusto. Una volta che avrete trovato i filetti adeguati non vi resta che ricoprirli di maionese arricchita da prezzemolo, capperi e peperoncini tritati e decorarla con una fettina di limone. Con la vodka di grano germogliato il matrimonio è perfetto.

Culibiac

culibiac

Farina 1,5 kg
lievito di birra 60 g
burro 600 g
uova 24
cavoli 2
riso 1,2 kg
ombrina, gallinella, storione affumicato 1,5 kg

Morale del Culibiac: lo ammetto, il Culibiac lo avevo già cucinato in passato, ma questa volta è venuto moooooooolto meglio! La differenza la fa il pesce utilizzato per il ripieno – ombrina e gallinella della Pescheria Gallina e storione affumicato del Sovietniko – e non essendo contemplato quel dolciastro del salmone non ho aggiunto il coriandolo. La preparazione è lunga e caratterizzata da cucina questo quello e quell’altro ancora e mettilo da parte. Il mio animo luddista poi mi spinge ad impastare a mano chili di farina, lievito, burro e uova, allenamento che mantiene i miei avambracci tonici. Il risultato finale ripaga di tutto il lavoro e la vodka con gemme di betulla mi apre nuovi orizzonti: non l’avevo mai assaggiata ed è la vodka migliore che abbia mai bevuto!

Carpa alla russa

carpa

Carpe 4 da 1,5 kg circa
peperoncini piccanti in salamoia 26
olive verdi sbollentate non chiedetemi perché 52
peperoni in salamoia 26
cetrioli in salamoia 13
amarene cotte nell’aceto 26
cipolline glassate 26
cetrioli sbollentati che ci siamo dimenticati di impiattare 3
cavolo acido q.b.
vino bianco 1 bottiglia
salsa al rafano che ci stavamo per dimenticare q.b.

Morale della Carpa alla russa: io ve lo dico: la carpa non rientra tra i miei pesci preferiti. D’acqua dolce e piena di spine: perché tra lei e un’orata, un branzino, un’ombrina, una ricciola, una gallinella o anche un bel piatto di sarde dovrei scegliere lei? Però ci sono dei però: le carpe che ci ha procurato Gallina sono freschissime e niente melmose, la ricetta di Ada come al solito è in grado di esaltarne il sapore, la salsa al rafano – panna acida e rafano grattugiato – si sposa alla perfezione con pesce e sott’aceti vari e la vodka al miele e peperoncino la esalta ulteriormente. Però non la rifarò.

Crema Malakoff

crema_malakoff

Tuorli d’uovo 12
zucchero 12 cucchiai
farina 10 cucchiai
latte 1,5 l
mele 3
pere 3
banana 1
frutta sciroppata
alkermess
chanitilly 0,6 l
pan di Spagna russo

Morale della Crema Malakoff: “è un dolce dell’antica cucina, una specie di zuppa inglese raffinata che può essere servita al posto del gelato”. Crema pasticciera, frutta e pan di Spagna imbevuto nell’alchermes a strati. Il nome riecheggia russofilo, la ricetta lo è meno, ma il pan di Spagna russo che utilizziamo la rende a tutti gli effetti una perfetta ricetta russofona e la spicy strawberry vodka chiude il cerchio.

tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Non sono presenti commenti

Lascia un commento

Bisogna essere registrati per inviare un commento