Ada in Town RSS feed for this section

11 Apr 2017

Ada in town – cena n° 4

Mai frase più azzeccata fu Pochi ma buoni.
Questa sera siamo in 14 e il vantaggio di cene non troppo numerose come queste è che sembra di essere a casa: le persone si conoscono tra loro, si incontrano e si rincontrano, si ritrovano e nel mentre assaggiano, brindano e chiacchierano tutti assieme. Mangiatori di interiora e frattaglie, bevitori e per lo più fumatori che degustano e si raccontano a tavola e tra una portata e l’altra escono per una sigaretta dove le conversazioni proseguono e si incrociano fino a quando, al termine della cena, tutti si salutano e si sorridono come accade nelle migliori famiglie. I ringraziamenti come al solito lievitano.
Un pulsante grazie a tutta la squadra del Camaleonte Piola 2.0, una delle migliori famiglie che conosca: Elena, Ennio, Alberto, Martina siete squisiti quanto un Cuore in Salsa suprema e forse anche di più, che la pasta sfoglia da oggi sia sempre con voi!
Un carnale grazie all’ AgriSalumeria Luiset, i fegatelli e il cuore che avete assaggiato ce li hanno forniti loro e vi assicuro: se amate le interiora le loro interiora di maiale – e non solo – valgono la cucina.
Un inebriante grazie a Giulia e ai suoi Vini Senza Trucco, circuito Convinto, ottimi come sempre.
Un alcolico grazie a Bruno che fortuna che è lì accanto a me a tastare, organizzare, raccontare e distribuire ciò che beviamo.
Un passionale grazie a W che amorevolmente è lì a sopportarmi e supportarmi anche quando addirittura la Leosini gli concederebbe attenuanti generiche.
Un cerebrale grazie a Ada, la migliore amica immaginaria che potessi incontrare.
Un viscerale grazie ad Ilaria, senza di lei sarei la disorganizzazione fatta a persona.
Un bestiale grazie a Carlo e a LACHIMICA design studio, Ada vi adora.
Un germano grazie a tutti voi, fratelli e sorelle di interiora: grazie a F splendido come sempre, grazie a C grande amante delle interiora che è un piacere rincontrare dopo vent’anni su per giù, grazie a C, a E e ad A ottimi stomachi da farcire, grazie a F che anche se le interiora non sono il suo piatto preferito ha il palato più intrepido di Indiana Jones, grazie al gruppo dei super affezionati D, I, E e R che non ci fossero Ada sentirebbe la loro mancanza e grazie a MC che è stata una meravigliosa sorpresa avere al mio fianco durante la cena.
Grazie di cuore a tutti i vostri palati, anche questa sera mi avete fatto felice.
(altro…)

22 Mar 2017

La crème della crema – Ada in town off – La felicitè

21 marzo: primo giorno di primavera e giornata mondiale della cucina francese Goût de/Good France. Ada adora entrambe: la primavera, la stagione in cui il burro cambia colore, e la cucina francese, la cucina dove il burro è il re degli ingredienti. Quale occasione migliore per rendere felice un’amica immaginaria che organizzare in una giornata così una cena al Si-Vu-Plè con le sue deliziose francesissime e burrosissime ricette. Detto fatto, eccoci qui ad apparecchiare!

Dopo un impeccabile Apéritif de Bienvenue rompighiaccio del Si-Vu-Plè si parte: prima una tradizionale Terrina di manzo à la française con insalatina, arancia e vinaigrette, a seguire un Congre à la génoise che sembra uscito dalle fantasie di un cuoco del porto di Marsiglia accompagnato dalla salsa rouille e pommes duchesse e per chiudere Crêpes Suzette, una vera bontà tutto merito di Lauren che le prepara seguendo i dettami di Ada. Che felicitè!
A tanti va il mio grazie. Ringrazio Elsa e Lauren che ci hanno ospitato al Si-Vu-Plè: splendide amiche e meravigliose padrone di casa. Grazie a Ilaria che fortuna che tutte le volte passa, brinda, organizza le ultime e poi ci si sorride e lei corre da qualche altra parte che però ormai lo so, andrà tutto bene, lei ha già fotografato i piatti e io posso dimenticare il telefono in giro. Grazie a Carlo e a LACHIMICA design, che tutte le volte che vedo Ada sorridente grandezza tartaruga ninja naturale mi emoziono e brindo. Grazie a W che mi supporta e mi sopporta che non è sempre così semplice. Grazie a voi tutti palati gaudenti: grazie a B che viene ogni volta che non preparo interiora, grazie a M che si è fidata, grazie a M che si è fidata così tanto da portare la sua amica P, grazie a D che ha sempre una battuta pronta, grazie ad A che se non esistesse la vita sarebbe più grigia e meno sexy, grazie a I la fedelissima, grazie a R e ad A i grandi pescatori e grazie a E, grazie a S e a P e ai loro amici, grazie a G e A che l’idea che siano venuti apposta da fuori Torino mi commuove, grazie alla coppia di neofiti che è stato un piacere conoscere, grazie a P che è stato un vero piacere rincontrare e grazie al suo amico M, grazie a G che è riuscita a venire e ci ha fatto felici e grazie a Raimonda detta Brigida, che col suo pelo e il suo animo biondo ha contribuito anche lei a sciogliere il ghiaccio. E grazie a te, Ada! Quante avventure: come sempre sei la miglior amica immaginaria che si possa incontrare!
(altro…)

8 Feb 2017

E anche Ada in town – cena n°3 è andata!

Se il motore di questo assurdo progetto è la condivisione della felicità direi che anche questa sera tutto ha funzionato. Vedervi felici intenti a divorare interiora mi ha reso interiormente felice: d’obbligo una valanga di ringraziamenti, che senza il vostro stomaco e il vostro palato tutta questa felicità interiore non sarebbe possibile. Grazie ad Angela che ci ha ospitato e a Ugo il re delle crostate, grazie alla agrisalumeria Luiset che ha fornito le interiora di maiale, grazie a Giulia e ai suoi Vini Senza Trucco e a Luigi di Convinto che ci ha aiutato, grazie a Ilaria che mi sopporta – le foto sono sue, io mi sono addirittura dimenticata il telefono a casa – e grazie a tutti i vostri palati:  grazie ai fedelissimi I, E e R, grazie a T, G e A, grazie a D, grazie a C, S e P, grazie a G alias MonsuBarachin, grazie ai neofiti che si sono fidati, grazie ad A – per una volta ha assaggiato lui i piatti che preparo – e al suo amico, grazie ad A e al suo amico, grazie ad A – grande appassionata e fine conoscitrice delle interiora – e alla sua amica, grazie a M e M – semineofiti – e grazie a S e L – che è la prima volta che assaggiano Ada in town ma sono grandissimi esperti della cucina di Ada in tutte le salse – grazie a B che si è nuovamente prestato a presentare i vini e grazie W che questa volta addirittura assaggia l’antipasto… è proprio vero: cosa non si fa per amore! Ci vediamo il primo martedì di marzo con nuove interiora nel piatto e la stessa felicità nell’aria.

p.s. E grazie a tutti perché tra Ada in town – cena n°3 e la prima sera del Festival di San Remo – sessantasettesima edizione siete stati coraggiosi e avete scelto Ada. Io ero costretta, voi no: grazie di cuore!
(altro…)

19 Gen 2017

Ada in town off – Dalla Russia con amore

dalla_Russia_con_amore

Ada aveva voglia di fare un viaggetto per cui ha indossato il colbacco e con passo deciso si è diretta al Sovietniko. Ada adora Giovanna e impazzisce per la cucina russa che qui e là nel Talismano impiatta: niente interiora per cui questa sera, ma pesce e vodka a volontà e manco a dirlo: che felicità!  Ricetta dopo ricetta e vodka su vodka nel freddo siberiano gli animi si riscaldano, gli amici si incontrano, le conversazioni decollano, i brindisi non mancano. Alla russa, portata dopo portata.
Grazie al Sovietniko per l’ospitalità e grazie nello specifico a G, E, A e A, splendida ed efficientissima brigata di cucina: cucinare con voi è stata una felicità! Grazie alla Pescheria Gallina che ci ha fornito carpe e pesce fresco. tavolata
E soprattutto grazie a tutti voi: grazie a M e grazie a M e M – è stato un vero piacere rincontrarvi -, grazie a Monsu Barachin – una sicurezza -, grazie ai signori DC e alla loro amica – primi palati sconosciuti al 100% -, grazie a R e a F, a E e a A e alla loro amica, grazie a D e a E, grazie a D – tra le vincitrici del premio fedeltà -, grazie a B detta B, grazie a C e a M e grazie a M – vi è andata bene questa volta: pesce e non interiora -, grazie a E e a R, a I e a G – detentori ufficiali del premio fedeltà -, grazie a E e come sempre grazie a W per il supporto infinito. Grazie davvero, grazie a tutti: siete stati meravigliosi e grazie a voi sono stata felice!
Per tutti i palati che non si sono potuti saziare non temete: la rifaremo.
Per tutti gli amanti di interiora e frattaglie ci vediamo martedì 7 febbraio Da Angela per la cena n°3, a breve ne saprete di più.
Buona felicità a tutti!
(altro…)

22 Dic 2016

Ada in town – cena n°2

fidelityQuesta sera Ada tanti i palati da fare felici, tante le papille bramose di interiora. Qualche stomaco è arci noto, con alcuni già ci conosciamo e con qualcuno è la prima volta. Ci sono E e R, I, A detto T – fedelissimi dalla prima cena di Ada in town e da ben prima – e con T torna G e tornano anche D, G, B – che si presta di nuovo ad assaggiare e soprattutto presentare i vini, grazie! – C e con C viene R – fine conoscitore di interiora, ci rincontreremo – poi ci sono E e A con E e D, R con X e Y, – non ricordo i nomi ma per campestri incroci di interiora e fritto misto i nostri stomachi si conoscevano già – e D, G, I e M, M e F, C, A. E poi W ed io. 27 palati che interiorizzano e Ada che aleggia. Che felicità! Il Petto arrotolato in salsa, sarà che vien da Annibale, la macelleria più bella e più buona del mondo, è una squisitezza in entrambe le versioni; i modenesi Cappelletti di Mirandola effettivamente hanno il sapore del Natale e la Corata di maiale in intingolo è un trionfo di piccanti interiora così fresche che io raramente le ho maneggiate, ma l’agrisalumeria Luiset, che non smetterò mai di ringraziare, non delude mai! La crostata di U neanche a dirlo chiude alla perfezione la cena e i vini Senza trucco di Giulia Graglia si sposano alla perfezione con ogni portata.
Grazie a tutti voi, appassionati di frattaglie, grazie davvero perché con i vostri palati coraggiosi è più semplice #prenderelavitadipancia! Grazie ad Angela per la generosa ospitalità e grazie a C splendida come sempre, grazie a G che è riuscita a passare, grazie a W e tra tutti un ringraziamento speciale a M e F che hanno apprezzato ogni piatto: M, cuoca sopraffina, è una delle signore che mi ha trasmesso l’amore per il cucinare e F, suo marito, re della bagna cauda e palato assai forbito, mi creavano una certa ansia da prestazione. Vederli mi felici mi ha reso felice quanto un bis di polpette.
Da Angela ci rivediamo il prossimo anno, martedì 7 febbraio.
Martedì 17 gennaio 2017 ci vediamo invece al Sovietniko con Ada in town off, Dalla Russia con amore. Niente interiora, solo piatti russi dal Talismano della felicità. Buon appetito!
(altro…)