Semel in anno licet insanire

scherzetto del primo d’aprile

1 Apr 2019

Che meraviglia!
Non ho ricette arretrate da scrivere, il blog è perfettamente aggiornato all’ultima cena, ho contato quante ricette mi mancano per assaggiare tutte le portate del Talismano e conosco gli ingredienti che devo ancora cucinare per raggiungere la felicità!


Semel in anno licet insanire: scherzetto del primo di Aprile!
Come sempre gli arretrati mi chiamano e si accumulano, devo ancora scrivere le ultime quattro cene e continuano a mancarmi all’incirca 100 ricette o chi lo sa, ma oggi in onore del Santo Pesce d’Aprile mi godo questo festone di Pannocchie arrosto che è la felicità in tanti succosi bocconi!
Buon primo aprile pesciolini!

Pannocchie arrosto

Pannocchie
mollica di pane
prezzemolo
olio
pepe
sale

Morale delle Pannocchie arrosto: “le pannocchie o canocchie, dette anche cicale, sono specialmente gustose dal settembre al dicembre quando sono più in carne. Conferiscono un particolare profumo alla zuppa di pesce, ma si preparano anche da sole, in umido o meglio ancora in gratella, semplici o ripiene nei mesi in cui sono più magre. Dopo averle risciacquate accuratamente, si fa ad esse un taglio con le forbici lungo la schiena e si riempiono con un composto di mollica di pane grattata, olio, prezzemolo, sale e pepe. Si lasciano arrostire in gratella su fuoco moderato per una ventina di minuti.” Parola di Ada.

tags: , , ,

Non sono presenti commenti

Lascia un commento

Bisogna essere registrati per inviare un commento