amici

20 Mag 2019

Cene, arretrati e altre amenità

Mancano pochi giorni al mio quarantesimo compleanno e all’ottavo genetliaco di pentolapvessione e come sempre gli arretrati si accumulano, le ricette si moltiplicano, i brindisi tintinnano, gli stomachi si farciscono e Ada borbotta in cucina che non cucino abbastanza. Tutto cambia per non cambiare mai.
Venerdì 29 marzo ricordo che eravamo in 8: L e S, M, L e A, C, W ed io, e a vegliare su di noi, sulla nostra incolumità e sulle opinioni contrastanti lui, Frangelico, il frate più buono che ci sia.

il frate più buono che ci sia

Frangelico è un liquore piemontese alle nocciole che in Piemonte nessuno conosce, ma va assai forte un po’ ovunque nel mondo dal Sud America all’Australia.
Frangelico è un piacione.
Frangelico causa dipendenza nella casalinga quanto il porto o il marsala o il vin santo o il rosolio.
Frangelico è la tentazione fatta a bottiglia.

(altro…)

2 Mag 2019

Famiglia, amici, cibo ed endorfine

Uno studio condotto dalla Oxford Economics ha dimostrato che condividere un pasto con gli amici o con la propria famiglia stimola la produzione di endorfine nel cervello con conseguenti effetti positivi sul sistema nervoso.

Famiglia, amici, cibo, endorfine. Sono molto felice che lo dimostri anche uno studio, ma io e Ada a pancia lo avevamo già intuito da tempo e infatti eccoci qui.
Questa sera siamo in 7: C, GD, S, G e A, W ed io. C è un’amica ritrovata, GD è un amico di C e un nuovo amico mio, S è un amico di Milano, G è la vicina del piano di sotto che si sta per trasferire che è già venuta una vita fa e oggi sale con A che è il sosia di Gesù, W è la mia famiglia.
Piano piano i piatti arrivano in tavola, le chiacchiere si moltiplicano, le sorprese non mancano, le risate non tardano a manifestarsi, le endorfine si sprigionano dal cervello invadendo tutta la stanza e giuro vostro onore che i brindisi ora dopo ora sono sempre più felici e divertiti. Ha sempre qualcosa di magico vedere stomachi che fino a pochi momenti prima non si conoscevano mangiare e ridere all’unisono.
Ormai è impossibile proporre un menù tradizionale e le portate si susseguono a caso, dalle animelle al piccione che non è un piccione passando dal castrato in forno e dall’arrosto allo spiede, ma questo forse ci diverte ancora di più. Soprattutto il piccione.
Famiglia, amici, cibo ed endorfine: ecco servito il segreto della felicità.

(altro…)

3 Ago 2017

Tra una caZZata e una RubiolAda la risAda è assicurAda!

27 luglio 2017

E poi ci sono le cene con le amiche e gli amici che conosci da anni, che hanno assaggiato un’infinità di piatti di Ada e che hanno una classifica di quelli che hanno amato maggiormente. Gli amici e le amiche che ti conoscono bene ergo vengono armati di tante quelle bottiglie di vino che ci vorrebbe il montacarichi le dovessero portare su tutte assieme. Loro lo sanno che verranno finite tutte, fino all’ultimo brindisi.
M e C, R, E, B detta B, W ed io. Gli amici e le amiche che è sempre un piacere farcire perché sai che la cena sarà un crescendo di chiacchiere, risate e felicità. Ecco, la cena di questa sera è proprio così. E cosa volete che sia se mi sono fritta un dito, quando per loro darei anche una mano. Pizza alla napoletana, caponata e CaZZata e la cena servita amici belli!
(altro…)

28 Mar 2017

Ricapitoliamo.

Ricapitoliamo:
oggi è il 28 marzo e tra due mesi sarà il 28 maggio, e fin qui non fa una piega.
Il 28 marzo è il compleanno di M, amico fraterno da tempo ormai immemore che oggi compie ben quarant’anni e il 28 maggio se tutto funziona sarà il mio compleanno, che essendo giovanissima ne compirò solo trentotto, e sempre che tutto funzioni il 28 maggio sarà anche il compleanno di pentolapvessione che compie ben sei anni. Accidenti se vola il tempo.
Alcune rapide considerazioni:
– il tempo vola, delle volte è un volo meraviglioso ma non sempre il volo è piacevole, lui però vola comunque;
– se la famiglia d’origine è perduta e quello che resta fa acqua da tutte le parti per fortuna ne possiamo creare una nuova: un compagno da amare e degli amici fraterni sono degli ottimi pilastri su cui poggiare le basi di una nuova famiglia: buon compleanno M!
(altro…)

30 Dic 2016

AAAAAAAAAAAAAuguriiiiiiiiiiiiiiiii

regaliDomani sarà capodanno, ma io sono ancora qui che penso alla Vigilia.
Se c’è un giorno dell’anno che adoro – oltre al mio compleanno, si capisce – è il 24 di dicembre. Lo amo infinitamente, l’ho sempre amato e sempre lo amerò: la tavola imbandita, i pacchetti, le lucine, le decorazioni zamarre, le renne, il caganer, babbo natale e gesù bambino mi fanno letteralmente impazzire di gioia. Lo so, lo ammetto: ho la maturità di una bambina atea di 4 anni, ma che importa? Quello che importa il 24 dicembre sono la tavola imbandita, i pacchetti, le lucine, le decorazioni zamarre, il caganer, babbo natale, gesù bambino, ma soprattutto loro: gli amici speciali che in un giorno che potrebbe essere malinconicamente esplosivo sono seduti attorno alla tavola imbandita e mi rendono infinitamente felice. Grazie, vi adoro ancora più della vigilia di Natale e del mio compleanno messi insieme!
Grazie W, che a te del Natale neanche ti importa un granché, ma supporti e sopporti con amore rischiando ogni anno l’orchite. Grazie S, grazie L, grazie A, grazie R e grazie L per la meravigliosa cena, per gli splendidi e caccosissimi regali e per aver sopportato e supportato anche quest’anno la mia natalizia e adolescenziale idiozia alcolica. Grazie B, grazie C, grazie M, grazie F e grazie P che siete venuti anche quest’anno a brindare sapendo benissimo l’alticcio e blasfemo scenario cui andavate incontro. Grazie, con tutto il cuore, il fegato e il cervello: anche questo 24 dicembre mi avete reso davvero felice!
Questa sera la cena è servi-servi, ognuno porta qualcosa, ma Ada agli antipasti ci tiene per cui eccovi serviti: funzionano alla perfezione anche per capodanno… auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiii!
(altro…)