Patate fritte soffiate

10 Giu 2020

Quando non sei felice friggi

Avevo deciso di tenere questa ricetta – ultima dell’infinito capitolo Ortaggi e legumi – per un giorno di festa, uno di quelli con tanti amici, brindisi e palloncini, ma l’altro ieri che era una giornata buia e piena di nuvole grigie nel cielo e nei pensieri mi sono detta che per bilanciare sì tanta tristezza nel cuore era arrivato il suo momento.

ph Robert Doisneau

E poi avevo una vocina che riecheggiava nella testa: ” E allora che fai? Ti deprimi? Forza dai, fila in cucina e fai qualcosa, muovi quelle mani, in alto le padelle e vai friggere qualcosa”. Il Talismano della felicità del resto è questo: la ricerca e il sapore della felicità quando intorno la contentezza latita e la speranza si affievolisce, con Ada che mi indica la ricetta adatta all’uopo.

ph Robert Doisneau

Non darmi per vinta è la costante che mi accompagna in questi anni, montagne russe che mi hanno lanciato in tenebre che neanche immaginavo esistessero e cucinare e friggere è servito, eccome se è servito.
Per cui che Patate fritte soffiate siano e la felicità la sentirò scrocchiate sotto i denti, piano piano pervaderà le papille gustative, si intrufolerà nello stomaco e sgomiterà nel cervello.

ph Robert Doisneau

Dedico questa ricetta a tutti gli studenti e le studentesse di qualsiasi età: che non perdano la voglia di studiare, di limonare, di incontrare i loro compagni e le loro compagne e che il prossimo anno possano avere uno splendido ultimo giorno di scuola!

(altro…)