Vol-au-vent con animelle

18 Apr 2019

I sapori della tavola

Quello che più assaporo della cucina è ciò che si crea attorno alla tavola, le persone che chiacchierano, gli sguardi che si incontrano e le relazioni che si stringono circolarmente intorno al piatto. I sapori aiutano ad amalgamarsi, Ada regala l’incipit alle conversazioni, gli stomachi si aprono e i calici si innalzano.
Ogni volta che apparecchio una cena del Talismano sono felice: è un momento che può durare ore – nel caso di questa sera è addirittura l’inizio di una epica quarantott’ore – e poi si sparecchia. Un’isola gaudente che appare e scompare come Mont Saint Michel.

Lotto marzo

Venerdì 8 marzo. Questa sera siamo in 7: C e M – pilastri storici di pentolapvessione – L e G – nuovi stomachi appassionati di interiora venuti apposta da Milano per conoscere Ada – e N che la cucina di Ada l’ha già conosciuta.
Questa sera grazie a L e G sviluppo una nuova dipendenza scoprendo le marmellate dei fratelli Chiaverini. Quella di fichi e mandorle è la seconda marmellata di fichi più buona al mondo dopo quella di mia nonna o di sua sorella.
Le portate del Talismano ancora da cucinare ormai sono un centinaio, le ricette spesso sono complesse ma alcune continuano a riservare delle grandi sorprese, questa è la volta dei Tournedos Monaco, una vera prelibatezza, e del Castrato stufato e della Bomba al mascherpone, ricette che si addicono perfettamente al lotto marzo.
Animelle, cervella, castrati, bombe… dopo tutti questi anni con rigore ho imparato ad apprezzare le interiora quanto i formaggi e ad assaggiare la felicità boccone dopo boccone attorno a una tavola imbandita in punta di forchetta. (altro…)